AmbientalMente Lecco

Ci presentiamo

Siamo un gruppo di cittadine e cittadini normali, che si riconosce in un ideale: mettere l’ambiente al centro non perché è l’unico tema che conta, ma perché è quello che troppo spesso è stato lasciato indietro.
Poca filosofia e molta concretezza perché sappiamo che Lecco ha bisogno di lavorare sodo per continuare ad essere vitale. Crediamo però che questo vada fatto con un approccio trasversale, che tenga insieme gli obiettivi sociali, del lavoro, ma anche quelli ambientali.
Lecco ha bisogno di un gruppo politico slegato dalle tradizionali logiche di partito e seriamente intenzionato a presidiare il tema della sostenibilità.

Se anche tu la pensi come noi, AmbientalMente Lecco è la scelta migliore per costruire insieme un futuro migliore per la città con MAURO GATTINONI SINDACO 

I nostri impegni concreti

Sostenibilità: ora o mai più


Il momento è favorevole al cambiamento. Troverete nelle nostre proposte la capacità di tenere insieme l’ambiente, senza lasciare indietro nessuno, lavorando per la tutela del lavoro e del benessere della nostra città. La sostenibilità è possibile solo se è a 360°!

Siamo convinti che, guardando a Lecco nel modo giusto, possa essere davvero amministrata mettendo questi temi al centro.

Ecco alcuni impegni concreti che porteremo avanti.

 

Crediamo si debba scommettere di più sull’ambiente, facendo però in modo che sia alla portata economica di tutti

Metteremo in campo un piano su cinque anni di investimenti per la riqualificazione degli edifici comunali, in particolare dell’edilizia popolare. Così si migliora la qualità del vivere di persone con minore capacità di investimento, si hanno impatti ambientali positivi e si genera lavoro

Perché non lavorare perché Lecco si distingua in termini di marketing turistico proprio per la sua sostenibilità ambientale? I luoghi naturali in cui siamo immersi sono splendidi, ma poi l’aperitivo in centro con la plastica è vissuto come positivo dal turista sensibile? Bisogna lavorare per cucire attorno a Lecco un brand che la renda nota anche da fuori per la coerenza tra le proprie bellezze naturalistiche e il proprio modo sostenibile di offrire servizi, generando così attrattiva e lavoro

Ambiente e sociale sono due facce della stessa medaglia. Costruiamo servizi per le persone più fragili: moltissime sono le realtà che operano in favore di persone più esposte come anziani, disabili o neo-genitori. Investiamo in servizi e supportiamo quelle associazioni che si spendono in questo senso. Bastano piccole ma importanti attenzioni. Percorsi sicuri sulle nostre strade, accessibilità dei mezzi pubblici, servizi alla persona. 

Promuoveremo un bollino etico-sociale per quegli esercizi che operano in questo senso.

Il decoro, l’ordine, la pulizia e il senso civico di tutti sono un biglietto da visita che racconta chi siamo. Bisogna lavorare per crescere ancora di più nelle piccole cure quotidiane, con interventi decisi verso chi non rispetta la bellezza dei luoghi che viviamo quotidianamente. Serve anche un piano integrato del verde urbano, che intenda il verde come una vera e propria infrastruttura che va pianificata con metodo e con un ruolo fondamentale per il benessere delle persone.

Il presupposto per una mobilità sostenibile non può che essere che vi sia un servizio decente da parte di Trenord per i nostri pendolari. Detto questo, altri elementi per noi fondamentali sono: zone a limite di velocità 30 per aumentare la sicurezza della mobilità dolce; forte spinta verso la pedonalizzazione completa del centro e del lungolago; ruolo determinante della nuova area della Piccola come snodo di interscambio dei trasporti (treno, bus, auto e mobilità leggera) per sgravare il centro dalla congestione del traffico pensando anche a una metropolitana leggera nelle direttrici che vanno verso Calolzio, Mandello e Oggiono.

I cambiamenti climatici ci hanno insegnato a pensare che anche le comunità locali devono pensare alle future generazioni. Per i giovani di Lecco servono azioni concrete, più spazi e opportunità di inserimento lavorativo. Vogliamo proseguire il percorso del Distretto di Economia Civile di Lecco, che dovrà impegnare le diverse parti sociali nel creare condizioni di inserimento lavorativo che mettano al centro un ambiente di lavoro sicuro, la sostenibilità ambientale e la responsabilità sociale d’impresa. A questo possono guardare i giovani, per i quali bisogna pensare poi anche a spazi concreti per eventi culturali, come un’area dedicata presso la Piccola. Inoltre, sarà importante lavorare per creare punti di aggregazione, come possono esserlo i parchi pubblici con orari ampliati o punti a lago accessibili liberamente per l’estate, utili per tutti i cittadini.

Gli animali hanno un ruolo importante nella vita della città. Hanno bisogno di servizi, attenzioni e soprattutto offrono alla cittadinanza occasione di aggregazione e coesione sociale. In questo senso vogliamo lavorare per trovare spazi idonei per la realizzazione di strutture attrezzate a rifugio per cani, gatti e altri animali abbandonati o maltrattati. Servirà poi realizzare un nuovo regolamento per i diritti degli animali, aumentare gli spazi dedicati e potenziare l’ufficio comunale di riferimento per migliorare il supporto alla cittadinanza.

Molte aree della città, hanno bisogno di una rigenerazione dal basso, che coinvolga i cittadini nella progettualità attraverso percorsi di partecipazione attiva. Pensiamo ad un modello, che è quello che si sta realizzando sul Gerenzone (fiume che è la memoria della nostra città) su cui si lavora per la costruzione di percorsi accessibili. Questi possono avere la capacità di far rivivere alcune aree di quartiere, stimolando la socialità, il senso di appartenenza, ma anche rafforzando il valore ambientale e divenendo potenziale economico grazie a possibili percorsi turistici. Un modello da replicare in altri punti di Lecco.

Partecipa

Abbiamo bisogno di te per diffondere questo spirito di cambiamento e costruire una nuova comunità sostenibile.

Insieme ce la facciamo!